Energia dalle lenti

Energia dalle lenti

Energia solare anche dalle lenti degli occhiali da sole, per lo meno di quelli di prossima generazione, in grado di alimentare un microchip e quindi piccoli accessori tecnologici da indossare. Va in questa direzione un sistema sviluppato da ricercatori dell’Istituto di tecnologia di Karlsruhe, in Germania, presentato sulla rivista Energy Technology.
I particolari occhiali da sole utilizzano celle solari organiche che, spiegano i ricercatori, sono “flessibili, trasparenti, leggere e possono essere fabbricate in forme e colori a scelta”. Inoltre, proseguono, “sono adatte a tutta una serie di applicazioni che non possono essere realizzate con celle solari convenzionali di silicone”. Quello descritto √® un caso studio di occhiali da sole con celle solari colorate, semitrasparenti, applicate sulle lenti, in grado di fornire energia elettrica a un microprocessore e a due piccoli display.
Questa tecnologia per gli scienziati potrebbe fare da apripista per altri impieghi futuri, ad esempio per l’integrazione di celle solari organiche su finestre e vetri. I ricercatori hanno realizzato lenti “a energia solare” per una comune montatura di occhiali, con uno spessore si 1,6 millimetri per 6 grammi di peso, quasi quanto lenti normali. Anche al chiuso, dentro un ufficio ad esempio, le lenti generano ognuna 200 milliwatt di energia elettrica, abbastanza, affermano, per alimentare dispositivi come un apparecchio acustico o un contapassi.

Fonte: Ansa Ambiente