Italia energivora e dipendente

Italia energivora e dipendente

Crollano i consumi energetici in Europa: nel 2013 erano ai livelli dei primi anni Novanta e portano la dipendenza energetica Ue al 53%. Anche in Italia i consumi discendono, ma restano sopra dei livelli del 1990 e, soprattutto, dimostrano che il nostro Paese √® il maggiore importatore di energia (76,9%) e tra i primi cinque consumatori. Secondo Eurostat, infatti, sono state 1.666 le tonnellate di petrolio equivalente consumate nell’Ue due anni fa, pari a un calo del 9,6% rispetto al picco dei consumi registrato nel 2006. Dopo l’Italia, i principali paesi consumatori e maggiormente dipendenti sono la Spagna e la Germania. Gran Bretagna e Francia sono i meno dipendenti.

Fonte: Tratto e rielaborato da Ansa.it